Portali scolastici

ministero istruzione

iscrizioni online

pnsd

scuola-chiaro

sidi

fse 2014-20

pon in chiaro

indire

testata centro studi

acquerello dei tasti amp delle note del piano 14345464

Il laboratorio di tastiera, così come tutti gli altri laboratori di musica che vengono realizzati nel Centro Studi, ha come scopo precipuo la realizzazione di una forma diretta di esperienza musicale, praticata sia nell’ascolto che nel fare musica attraverso il sistema di laboratorialità che rappresenta il requisito indispensabile di qualsiasi didattica attiva. 

I ragazzi possono esprimere la loro personalità e svilupparla in tutte le sue dimensioni nelle varie fasi dello studio dello strumento, dalla percezione del sé fisico (la postura, il rapporto con lo spazio, i movimenti sullo strumento) alla comprensione di un nuovo modo di fruire la musica.

Le lezioni rappresentano un momento di aggregazione sociale e di integrazione delle diversità (ragazzi con difficoltà di apprendimento, ragazzi di diverse provenienze geografiche, ragazzi residenti nel centro storico e in periferia) come indispensabile completamento della formazione dello studente. L'apprendimento di uno strumento musicale diventa quindi un mezzo, prima che un fine, per lo sviluppo dell'individuo e delle sue potenzialità, di intelligenza e socialità.

OBIETTIVI EDUCATIVI

1. Abitudine alla socialità, ovvero alla possibilità di mettere a disposizione degli altri le proprie capacità artistiche e creative;

2. Potenziamento delle capacità di concentrazione, di coordinazione e di organizzazione;

3. Orientamento per la scelta di studi futuri nell'ambito di un orizzonte professionale di tipo artistico;

4. Contributo della scuola alla lotta contro il disagio minorile, come centro di aggregazione sociale e culturale collegato alla realtà in cui è inserita;

5. Apprendimento dei fondamenti e delle tecniche esecutivo- strumentali e vocali;

6. Sensibilizzazione all'ascolto musicale a prescindere dal genere e dalla provenienza

7. Creazione di interessi reali e duraturi nei preadolescenti, per far nascere occasioni di aggregazione spontanea, per contribuire a ridurre la dispersione scolastica.

8. Contributo a fare della scuola un centro promotore di attività artistico- culturali ben strutturate e di aggregazione sociale, in concreto collegamento con la realtà in cui è inserita, fruibile da altre istituzioni scolastiche, anche di diverso ordine e grado, presenti nel comune.